Customer Login

Lost password?

View your shopping cart

By Valentina Mancini

La biblioteca di Caino

“La storia delle biblioteche carcerarie in Italia è contrassegnata, negli ultimi due decenni, da una crescita e da una diffusione paragonabile a quanto avvenuto tra gli anni Sessanta e Ottanta del Novecento per la biblioteca pubblica. Come le biblioteche pubbliche, però, alla primavera è seguito un rapido autunno, se non in tutto il Paese, certamente in molte realtà territoriali.

Valentina Mancini ha scelto di riportare alcune testimonianze dell’operato di queste biblioteche, delle loro difficoltà a offrire un servizio educativo in modo efficiente, costante, diffuso. L’obiettivo del libro di Valentina è, infatti, raccontare una storia, frammista di realtà e sogni, e soprattutto provare a far comprendere il motivo per cui le biblioteche carcerarie sono importanti, e magari a provare ad aprire uno spiraglio di speranza in tutti.”

(Dalla Prefazione di Mauro Guerrini)

ISBN 978-88-546-1373-7
 Pag. 168

Descrizione

Valentina è nata a Firenze, nel 1988.

Dopo la maturità in ambito grafico-pubblicitario, si è laureata presso l’Università degli Studi di Firenze nel corso di laurea triennale Storia e tutela dei beni Archeologici, Artistici, Archivistici e Librari, conclusosi nel 2012; poi la laurea magistrale nel 2014, dalla quale è nata questa sua prima pubblicazione.

Seguono poi varie attività di volontariato in alcune biblioteche, tra cui la più importante è proprio quella svolta in una biblioteca carceraria. Fino a novembre lavorerà come stagista presso la biblioteca Bruno Ciari, Certaldo.

Share Button

Product Detail

  • ISBN : 978-88-546-1373-7
  • PAGINE : 168

About The Author

Author

This author did not have detail information